ESCLUSIVA PG, Filipiak (presidente KS Cracovia) sul caso Piątek/Toloi: «Il gol dovrebbe essere attribuito a Krzysztof»

Genoa e Cracovia sono le squadre più antiche dei rispettivi Paesi: «Un'amichevole sarebbe bella e importante» - E sul centravanti ora al Genoa: «Sapevamo che è molto forte»

1192
Photo Krzysztof Kalinowski, Lovekrakow.Pl, Krakow
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Janusz Filipiak, scienziato, imprenditore, accademico e fondatore della Comarch. È il presidente del consiglio di amministrazione del KS Cracovia e ci ha rilasciato un’intervista in esclusiva su Krzysztof Piątek.

Prof. Janusz Filipiak, si aspettava un rendimento del genere da parte di Krzysztof Piątek in così poco tempo dal suo arrivo nel Genoa?
«Già a Cracovia sapevamo che è molto forte. Una delle sue caratteristiche importanti, oltre alle sue grandi capacità calcistiche, è la sua grande sicurezza in sé, che è molto importante per la missione».

In questa stagione 14 goal in campionato, 6 in Coppa Italia, 1 in Uefa Nations League: Krzysztof Piątek riuscirà ad oscurare Robert Lewandowski?
«Il nostro allenatore, Michał Probierz, dice che Krzysztof Piątek sarà altrettanto valido».

È al corrente che la Lega Serie A attribuisce solo 13 gol perché il primo gol di Krzysztof Piątek contro l’Atalanta il 22 dicembre 2018 è stato giudicato, dalla Lega Serie A, autogol di un avversario?
«Questo gol dovrebbe essere attribuito a Krzysztof Piątek».

Il presidente della Polish Football Association, Zbigniew Boniek, ha espresso il suo parere. Secondo lei, è corretta la valutazione della Lega Serie A o il gol è da attribuire a Krzysztof Piątek?
«Ancora una volta, per me il gol dovrebbe essere attribuito a Krzysztof».

Pianetagenoa1893 ha indetto una petizione, firmata anche da molti tifosi polacchi, per tentare di convincere la Lega Serie A a ritornare sui propri passi. Lei ne è al corrente?
«Seguiamo questi sviluppi. Guardo le gare del Genoa su Sport Eleven; questo canale è disponibile in Polonia e posso vedere tutti gli incontri».

Quale potrebbe essere il futuro di Krzysztof Piątek: una grande squadra italiana o una grande squadra non italiana?
«Dipende dalla sua prestazione sino alla fine della stagione, il probabile sviluppo degli eventi è che si trasferisca in un altro club italiano e poi nei prossimi anni vada altrove».

Prof. Janusz Filipiak lei è Chairman of the Board del KS Cracovia, oggi la squadra più antica di Polonia. Krzysztof Piątek gioca nel Genoa, la squadra più antica d’Italia; è fattibile una amichevole tra le due squadre?
«Il Cracovia è una parte del gruppo di capitali Comarch in cui sono azionista di maggioranza. Comarch sta facendo buoni affari in Italia, abbiamo una filiale a Milano. Per noi una partita del genere sarebbe bella e importante».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.