DIRETTA PESCARA-GENOA Finale 5-0 (5′ aut. Orban, 19′ Caprari, 31′ Benali, 81′ Caprari, 87′ Cerri)

Segui su Pianetagenoa1893.net la diretta testuale della partita del Genoa

92
I genoani lasciano l'Adriatico (Photo by Giuseppe Bellini/Getty Images)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

É FINITA (FINALMENTE)! IL PESCARA RIFILA CINQUE GOL AL GENOA. UNA PRESTAZIONE INDEGNA DEGLI UOMINI DI JURIC CHE DOVRANNO AFFRONTARE UNA SETTIMANA DURISSIMA. Non c’è stata partita, non ha funzionato niente perché il Grifo non è sceso in campo e ha resuscitato una squadra che sta strutturando per l’anno prossimo. Nessuno salvo. Restate su Pianetagenoa1893.net per gli approfondimenti, le interviste, l’editoriale e il destino di Ivan Juric che sembra segnato. Un saluto da Alessandro Legnazzi.

89′ Non ci sarà recupero. Meglio.

87′ Cerri fa cinquina! Ormai non ci sono più parole…

83′ Ultimo cambio di Zeman: dentro Bovo, fuori Coda.

82′ Serpentina irresistibile di Caprari che fulmina Orban e Burdisso e deposita in rete. L’attaccante è entrato nella difesa come una lama calda nel burro.

81′ Caprari! E sono quattro i gol del Pescara.

78′ Tiro di Rigoni murato da Coda, palla in angolo. Lo batte Edenilson, sul lato opposto Laxalt prova il tiro e sfiora il gol.

77′ Juric non ha più energie nemmeno per parlare. É buio in volto come nel morale.

75′ É tempo di Simone Pepe, esce Benali.

72′ Zeman manda in campo Muntari: esce Verre.

71′ Dal calcio d’angolo di Laxalt scatta il contropiede del Pescara, Genoa totalmente sbilanciato in avanti ma non prende gol.

68′ Passaggio di Edenilson per Pandev che stoppa la palla in area di rigore, la gira verso la porta, devia Bruno in angolo. Possiamo dire che questa è la prima azione costruita dal Genoa.

62′ Colpo di testa di Palladino che manda fuori il cross di Izzo. Sembra che il Pescara inizi a non avere più fiato.

61′ Dentro Edenilson, fuori Simeone. Juric prova a dare equilibrio con un laterale di spinta; Pinilla prima punta.

60′ Il Genoa ha tirato una volta in porta con quattro punte.

58′ Edenilson sta ultimando la preparazione. Tra poco in campo.

52′ Benali! Un altro tiro del Pescara che sfiora il quarto gol. Izzo sbaglia il fuorigioco, Burdisso la marcatura a uomo su Cerri.

51′ Splendida cavalcata di Caprari che lascia dietro tre marcatori del Genoa, entra in area, prova il tiro ma Lamanna para.

49′ Ammonito Caprari per un tackle su Izzo.

48′ Tiro di Simeone dalla distanza, assolutamente velleitario.

Ore 16:03 Entra Pinilla nel Genoa, esce Lazovic. Grifo con il 4-2-4. Si riparte.

Intervallo, Pescara 3 Genoa 0. Punteggio impietoso come la prestazione del Grifone, che non c’è stata. I circa duecento tifosi rossoblù hanno abbandonato lo stadio anzitempo togliendo ogni stendardo dal settore. Il segnale è chiaro: è il punto di non ritorno e lo strappo definitivo. Tre gol in un tempo dall’ultima in classifica deve far riflettere sulla posizione di tutti.

44′ Ultimo minuto del primo tempo. I minuti di recupero saranno due.

41′ I TIFOSI DEL GENOA ABBANDONANO LO STADIO IN TOTALE DISACCORDO CON QUANTO STANNO VEDENDO IN CAMPO.

39′ Inopportunità del cambio modulo, giocatori senza energie mentali e inadatti allo stile di gioco di Juric. Un disastro totale questo primo tempo a Pescara.

37′ Cross sgangherato di Lazovic. Il portiere del Pescara non ha subito neanche un tiro in porta.

32′ Ripetiamo, tutto troppo semplice: un triangolo e una verticalizzazione e Benalj fa gol.

31′ Terzo gol del Pescara, stavolta Benali supera Lamanna.

30′ Primo cambio per Juric: esce Hiljemark (che non ha indovinato niente), entra Pandev. Si torna al 3-4-3 con Cataldi-Rigoni in mezzo, Palladino e il macedone ali.

27′ Provvidenziale uscita in anticipo di Burdisso che chiude l’ultimo passaggio di Benalj.

24′ Il nuovo modulo è come se avesse bloccato il Genoa. Nessuno sa cosa fare, solo Simeone si danna l’anima per prendere un pallone. Sarebbe meglio tornare all’antico.

20′ Tutto troppo semplice per la squadra di casa andare in gol. Il gol nasce da un calcio d’angolo battuto all’indietro, verticale profonda per Caprari che non è in fuorigioco e supera Lamanna.

19′ Raddoppio del Pescara! Caprari!

14′ Finalmente il Genoa che esce con la conclusione di Raffaele Palladino. Tiro di poco alto sopra la traversa. Prima occasione da gol rossoblù.

11′ Ammonizione per Biraghi su Rigoni.

10′ Il Genoa non sta capendo assolutamente niente in questi primi dieci minuti. E non per merito del Pescara…

9′ Ammonizione per Luca Rigoni per fallo su Biraghi.

6′ É autorete di Orban, Cerri calcia in porta superando un Lamanna in ritardo in uscita, Orban mette in rete il pallone.

5′ GOL DEL PESCARA! CERRI!

3′ Cataldi fa il regista, Laxalt a tutta fascia con il compito di trasformare la difesa con il classico schieramento a tre.

1′ Il Genoa si dispone con la difesa a quattro, tutto confermato. 

Ore 15:02 Si parte! Buon divertimento!

Ore 14: 58 Squadre in campo.

Ore 14:55 Brilla uno splendido sole in riva all’Adriatico. Condizioni perfette per giocare a calcio.

Ore 14:42 Squadre negli spogliatoi per le ultime parole degli allenatori. Tra poco si comincia.

Ore 14.15 FORMAZIONI UFFICIALI

Pescara (4-3-3): 31 Bizzarri; 11 Zampano, 86 Stendardo, 35 Coda, 3 Biraghi; 8 Memushaj, 5 Bruno, 7 Verre; 10 Benali, 17 Caprari, 20 Cerri. Allenatore: Zdenek Zeman A disposizione: 1 Fiorillo, 2 Crescenzi,  83 Bovo, 26 Vitturini, 44 Fornasier, 13 Muntari, 21 Pepe, 30 Muric, 36 Cubas, 28 Mitrita, 9 Kastanos, 16 Brugman.

Genoa (4-4-1-1): 23 Lamanna; 5 Izzo, 8 Burdisso, 21 Orban, 93 Laxalt; 22 Lazovic, 94 Cataldi, 15 Hiljemark, 11 Palladino; 30 Rigoni; 9 Simeone. Allenatore: Ivan Juric A disposizione: 38 Zima, 83 Rubinho, 14 Biraschi, 24 Munoz, 2 Edenilson, 4 Cofie, 32 Morosini, 16 Beghetto, 27 Pandev, 99 Ninkovic, 33 Coppola, 51 Pinillla.

Arbitro: Abbatista. Assistenti: Manganelli, Pegorin. Quarto uomo: La Rocca. Addizionali: Fabbri, Manganiello.

Nella settimana che celebra i 77 anni di Fabrizio De André, il Genoa è alla ricerca di quella crêuza che porti direttamente alla vittoria. I tre punti mancano dal 15 dicembre scorso. Non siamo in Sardegna, l’Hotel Supramonte di quest’oggi è l’Adriatico di Pescara. Buon pomeriggio a tutti i nostri lettori rossoblù da Alessandro Legnazzi che curerà la diretta testuale di Pescara-Genoa, gara valevole per la 25a giornata di Serie A.

Mister Juric cambierà qualcosa: non più difesa a tre ma linea a quattro, con quattro attaccanti e due uomini a fare da cerniera a centrocampo. Sempre complesso dire il modulo, dovrebbe essere un 4-4-1-1 in fase di non possesso per aprirsi a 4-2-3-1 in transizione. Izzo rientra dalla squalifica e sarà il terzino destro, con Laxalt a sinistra: Lazovic e Palladino ali con Rigoni dietro Simeone. Gioia per Alex Coppola, alla prima convocazione con la squadra maggiore.

Dall’altra parte il Pescara ha vissuto una settimna a dir poco tribolata: lo storico gruppo ultras biancazzurro ha comunicato che non entrerà più allo stadio, Oddo è stato inizialmente confermato, poi è tornato Zdenek Zeman. Un frullatore di avvenimenti che hanno lasciato il dubbio a molti genoani sulla tenuta mentale dei pescaresi.

Ancora qualche minuto prima delle formazioni ufficiali, queste invece sono le probabili:

Pescara (4-3-3): 1 Fiorillo; 11 Zampano, 83 Bovo, 44 Fornasier, 3 Biraghi; 8 Memushaj, 5 Bruno, 16 Brugman; 10 Benali, 17 Caprari, 9 Kastanos. Allenatore: Zdenek Zeman A disposizione: 31 Bizzarri, 2 Crescenzi, 86 Stendardo, 26 Vitturini, 35 Coda, 13 Muntari, 21 Pepe, 30 Muric, 36 Cubas, 28 Mitrita, 20 Cerri.

Genoa (4-4-1-1): 23 Lamanna; 5 Izzo, 8 Burdisso, 21 Orban, 93 Laxalt; 22 Lazovic, 94 Cataldi, 15 Hiljemark, 11 Palladino; 30 Rigoni; 9 Simeone. Allenatore: Ivan Juric A disposizione: 38 Zima, 83 Rubinho, 14 Biraschi, 24 Munoz, 2 Edenilson, 4 Cofie, 32 Morosini, 16 Beghetto, 27 Pandev, 99 Ninkovic, 33 Coppola, 51 Pinillla.

Arbitro: Abbatista. Assistenti: Manganelli, Pegorin. Quarto uomo: La Rocca. Addizionali: Fabbri, Manganiello.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.