Gentiletti per il momento è l’unico hombre vertical del Genoa

Il difensore argentino è l'unica certezza di mister Juric in vista del Cesena in Coppa Italia. Biraschi e Spolli hanno saltato due allenamenti settimanali

103
Santiago Gentiletti (da genoacfc.it)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Il destino dell’hombre vertical più famoso al mondo, alias Hector Cuper, è quello di perdere. Non è lo stesso di Santiago Gentiletti, il difensore che vinse la Libertadores del ’14 con il San Lorenzo, la squadra di Papa Francesco. Hombre vertical in Sud America equivale al nostro proverbiale ‘uomo tutto d’un pezzo’, integerrimo, retto. Restiamo, invece, nella semplice traslitterazione della locuzione argentina, cioè uomo verticale, che sta in piedi senza l’ausilio di stampelle. A oggi nella difesa del Genoa l’unico hombre vertical è Gentiletti, quasi kafkiano per lui che è apodato come el chueco, lo storto.

Santi è stato il balurdo della difesa genoana durante l’estate. Con 363′ disputati è l’uomo più impiegato da mister Juric nelle sei amichevoli: sempre presente in campo, ne ha giocate due intere (al pari di Perin, Lamanna, Laxalt e Spolli) contro Borgaro Nobis ed Heerenveen. É la sua miglior estate degli ultimi quattro anni almeno avendo svolto una grande preparazione tra Neustift e Bardonecchia. Negli allenamenti Gentiletti appare tonico, asciutto e soprattutto dà l’impressione di essere leggero sugli appoggi: nell’ultimo periodo alla Lazio e l’anno scorso, invece, sembrava appesantito dai dolori alla schiena, come se indossasse uno zaino di venti chili. L’avventura al Genoa era iniziata male, certo non disastrosa come Orban, ma nettamente migliorata nelle ultime di campionato.

É importantissimo avere in squadra un uomo esperto come Gentiletti. Difensore che ha vissuto mille battaglie, silente in campo ma presente nello spogliatoio. Un capitano cui manca solo la fascia al braccio. Juric si fida di Santi, e non va dimenticato che è l’unico argentino sopravvissuto dopo la passata stagione (Simeone è dato come sicuro partente dopo la prima di campionato). Prima del Sassuolo, però, c’è il Cesena in Coppa Italia. Al momento Gentiletti è l’unica certezza della difesa rossoblù siccome Biraschi e Spolli, per motivi differenti, non si sono allenati con il resto della squadra per due giorni ma hanno possibilità di recupero. Al momento è Santi l’unico hombre vertical.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.