AUDIO, Juric: “Contento dei progressi della squadra, adesso serve maggiore concretezza”

Murgita: “Più che emozione per la panchina c’è consapevolezza. Lo spirito di Scoglio? Fa parte del Genoa”

501
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Settimane importante per il Grifone chiamato a disputare tre partite nel giro di pochi giorni. Questa mattina nella classica conferenza stampa di Villa Rostan mister Juric si è presentato accanto a Murgita che prenderà il suo posto in panchina in virtù della squalifica rimediata contro la Sampdoria: “La partita contro il Toro per noi è importante sotto il punto di vista del progressi fatti nelle ultime uscite. Affrontiamo una squadra organizzata che può metterci in difficoltà. Il Derby? Domani sarà una gara diversa rispetto a quella contro la Sampdoria”.
Juric ha poi aggiunto: “fisicamente i granata sono molto forti, sono preparati sotto questo aspetto. Tutti i giocatori sono devastanti a livello muscolare, certo la squadra ha avuto un rendimento un po’ altalenante ma sa sempre come rendersi pericolosa e creare problemi all’avversario”.
Sulla sua espulsione: “Ci sono rimasto un po’ male, quando giochi un Derby con quella convinzione è un rammarico non uscirne vittoriosi”
Sulla partita contro il Torino ha inoltre sottolineato: “Abbiamo lavorato bene e sono fiducioso su quanto stanno facendo i ragazzi. Non siamo sempre stati fortunati, ora bisogna migliorare sotto il punto di vista della concentrazione e della malizia per cercare di svoltare definitivamente”.
Sulla partita di Coppa Italia contro l’Entella: “Bisogna passare il turno per confermare la nostra crescita. In rosa tutti stanno bene e per noi è una partita importante. Sarà una settimana impegnativa”.
Sulla possibili scelte tecniche: “Hiljemark mi è piaciuto e sono contento della sua prestazione nel Derby. Spolli assente per problemi fisici”.
Assieme a Juric anche Murgita, pronto per il debutto in panchina come allenatore: “Più che emozione per la mia panchina c’è una sana consapevolezza. So che la cosa più importante è vedere un Genoa produttivo e determinato. Lo spirito del prof Scoglio? È rimasto dentro a tutti i suoi ex gioventù, il suo tipico approccio grintoso è ancora nelle caratteristiche generali del Genoa”.

Riccardo Cabona

Raffaele Criscuolo

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.