Ballardini: “Continueremo a dimostrare le nostre qualità fino alla fine”

Il tecnico rossoblù in conferenza. "Polemiche post derby? Io mi tengo stretto l'amore dei tifosi genoani"

82
Ballardini in conferenza stampa (Foto Pianetagenoa1893.net)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Viglia di Genoa-Crotone: vincere per ipotecare la salvezza e proiettarsi verso la metà classifica. «Da Crotone al Crotone cosa è cambiato? È cambiata la classifica, i giocatori sono sempre gli stessi, tutto quello che è stato fatto lo abbiamo guadagnato con tanta fatica. Le due fasi sono migliorate, poi ci sono partite in cui fai meglio, altre in cui fai meno bene. La costante è rappresentata dalla grande umiltà, dalle motivazioni e dall’approccio alle partite, sempre avvenuto nel modo giusto. La base per far bene le due fase di gioco le ho citate prima. Per me il Crotone è una squadra che hanno ben chiaro  cosa fare, sono abituati a soffrire, sanno che il loro campionato è questo, fatto di tenuta mentale. Devono affrontare tante difficoltà, ma sono preparati e consapevoli che possono superare queste difficoltà. Sono due anni che convivono con queste difficoltà, ma sanno di poterle superare: sono molto bravi in questo. Affrontiamo una squadra consapevole.  Noi siamo ben contenti di quello che abbiamo fatto finora. In alcune partite ho tolto un centrocampista per mettere un attaccante, o il contrario. Non sarà facile, l’ho detto, affrontiamo una squadra consapevole che sa di dover lottare su ogni pallone. Da qui alla fine saranno tutte partite giocate, giustamente, per tirarsi fuori da questa situazione: ripeto, sarà difficile. Oggi valutiamo Spolli, Bertolacci, Rosi, Perin, Taarabt, El Yamiq-rientrato ieri- ci sono tante valutazioni da fare. Oggi vedremo chi riusciremo a recuperare, tra oggi e domani vedremo chi ci sarà.  Galabinov si è allenato tutta la settimana, è pronto per giocare. Ai miei non chiedo niente, anzi chiederò il solito. Il Genoa è una squadra che ha dimostrato tanto, nonostante tutte le difficoltà che si presentavano. I ragazzi sono stati bravissimi in questo, e spesso sono stati premiati. Dobbiamo continuare  a fare ciò che abbiamo iniziato un girone fa. Bisogna avere il piacere di correre e di mettere le proprie qualità al servizio dei compagni. Il nostro calcio è fatto di serietà e fatica, unite alle qualità di ognuno. Ma senza mettersi a disposizione della squadra le qualità non contano nulla. Non mi aspettavo questa classifica quando sono arrivato. In 19 partite abbiamo fatto partite straordinari, ma proprio per questo pretendiamo che da qui alla fine si faccia lo stesso. Sarebbe stupido non spendersi fino all’ultimo, dobbiamo continuare a dimostrare le nostre qualità, considerando che c’erano difficoltà mostruose: abbiamo dimostrato di  essere forti nella testa. Polemiche post derby? Loro sono bravissimi, che dire? Faccio i complimenti a loro, hanno la loro storia e la loro gente innamorata di quei colori. Io mi tengo l’affetto, l’amore, i colori, la storia, le sofferenze e le gioie di allenare il Genoa. Non mi era mai capitato di sedermi sulla panchina della Samp: ripeto mi tengo stretto l’amore del Genoa, la sua storia e le sue sofferenze e le sue gioie. La Samp si tiene le sue. Veloso si è allenato con la squadra tutta la settimana, a fine allenamento lo valuteremo e capiremo se convocarlo o meno, ma è molto vicino al rientro completo. I punti sono sempre più pesanti, a questo punto fai uno, due o  tre punti e sei molto avanti. Per me ti guadagni la stima non perchè non ti siede sulla poltrona della Samp. Chi vuol bene al Genoa e prova affetto per me è perchè mi conosce e mi riconosce dei meriti. Credo che i tifosi genoani vanno ben oltre a questo episodio».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.