VIDEO, Ballardini: “La partita è servita molto ai giocatori finora poco utilizzati”

Nella conferenza stampa al termine di Alessandria-Genoa, il tecnico rossoblù si è riferito in particolare a giocatori come Lisandro Lopez, Gunter, Rolon e Mazzitelli che "devono mettere minuti nelle gambe". Su Sandro: "Ieri ha fatto un'ora di allenamento: non ha il ritmo dei compagni, però già il fatto che lui si alleni con la squadra è importante"

1638
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Ballardini a tutto campo dopo l’amichevole vinta dal Genoa contro l’Alessandria. Si parla di moduli, giocatori finora poco impiegati, di Sandro e di Lapadula.

DIFESA A 3 E A 4 – “Non ho fatto prove, sono caratteristiche dei giocatori. Li ho fatti giocare nel loro ruolo: poi i terzini possono fare gli esterni. Pereira può fare il quarto o il quinto come Lakicevic: Bessa può fare il trequartista o la mezzala. Non è una questione, diciamo così, di disposizione ma è il rispetto delle caratteristiche dei giocatori”.

I GIOCATORI MENO IMPIEGATI – “Devono entrare in condizione: mi riferisco a quelli che hanno giocato meno. Lisandro Lopez è arrivato alla fine della preparazione, Gunter che anche lui ha perso una parte della preparazione. E’ una partita che è servita molto ai giocatori che devono mettere minuti nelle gambe. Oltre a questi, ci sono anche Rolon e Mazzitelli: giocatori che hanno bisogno anche loro di mettere minuti nelle gambe. Lisandro Lopez meglio a tre o a quattro? Credo che per caratteristiche sue sia meglio a tre. Non è velocissimo ma ha il senso della posizione ed è attento”.

SANDRO – “Sandro ieri ha fatto un’ora di allenamento: non ha il ritmo dei compagni, però già il fatto che lui si alleni con la squadra è importante. Averlo con noi è positivo”.

LAPADULA – “Prima o poi salterà fuori. Lui si impegna molto per la squadra: prima o poi troverà la porta e allora sarà facile per lui fare gol”.

Tutta l’intervista è nel video

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.