Prandelli: «In parità numerica messo in difficoltà il Napoli. Siamo pronti per il derby»

Un pareggio meritato, sudato e guadagnato su ogni centimetro verde del San Paolo. Mister Prandelli è soddisfatto al termine di Napoli-Genoa. «Messo in difficoltà una grandissima squadra come il Napoli, i miei ragazzi lavorano tanto e mi seguono, oggi hanno fatto qualcosa di straordinario»

1017
Prandelli Pandev
Prandelli e Pandev (foto di Genoa CFC Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Un Genoa coraggioso e capace di saper soffrire strappa un punto fondamentale in chiave salvezza a Napoli. Bella prova degli uomini di Prandelli, che in dieci dal 30′ del primo tempo, riescono a tenere testa al Napoli con ordine e un paio di prodigi di Radu. Nella consueta conferenza stampa posta gara, mister Prandelli racconta la propria soddisfazione ai microfoni dei colleghi di Radio Nostalgia. «Contento per i ragazzi, hanno dimostrato di non avere solo determinazione e carattere ma anche capacità di leggere la partita, al di la del sistema di gioco. Nel primo tempo in parità numerica avevamo un’idea ben precisa su come mettere in difficoltà una grande squadra, perchè il Napoli è una grande squadra. La posizione di Pandev li ha messi in difficoltà perchè non riuscivano ad accorciarlo. In dieci devi avere anche un po’ di fortuna contro una squadra come il Napoli,hanno avuto tante opportunità, ma anche noi. Quello che mi è piaciuto è stata la capacità di ripartire. Espulsione? Se tutti i falli con il piede a martello vengono sanzionati con il rosso allora va bene, noi mercoledì siamo stati penalizzati per una trattenuta, oggi ho visto Udinese-Empoli  e un episodio simile è stato sanzionato diversamente. Le difficoltà superate? Contro l’Inter avevamo sette giocatori  sotto i 27 anni, loro due che hanno disputato una finale dei Mondiali, reggere le pressioni per dei ragazzi così giovani non è semplice. Genova è straordinaria, pubblico meraviglioso, ma forse i giovani non hanno ancora la personalità per una piazza così, è difficile ma allo stesso tempo stimolante. Noi non dobbiamo pensare a quanti punti fare, dobbiamo andare in campo e pensare che ogni punto è fondamentale, dobbiamo stare sul pezzo tutti i gironi. Da quando sono arrivato non fanno altro che chiedermi del derby, sono carico e non vedo l’ora di giocarlo. Dovremo arrivarci bene dal punto di vista delle pressioni. Dobbiamo abituarci in fetta alle pressioni del nostro pubblico, loro capiranno le nostre prestazioni perchè è un pubblico generoso, dobbiamo concentrarci sul nostro lavoro. I ragazzi mi seguono e ascoltano, hanno messo qualcosa in più rispetto alle altre gare. Anche i cambi, ho fatto giocare qualcuno che forse non se lo aspettava, ma io voglio che tutti si facciano trovare pronti come hanno fatto oggi. I senatori sono una risorsa per la squadra, aiutano i giovani a crescere e a reggere meglio le pressione, questa sera, soprattutto nel primo tempo, Pandev ha fatto delle giocate incredibili».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.