Prandelli: «Dobbiamo osare di più, a costo di rischiare qualcosa»

Sconfitta e rimpianti, il ritorno di Prandelli a Parma è amaro. Il tecnico dei rossoblù sprona i suoi nel post partita. «Dobbiamo attaccare con più uomini, non possiamo comandare il gioco senza concretizzare».

689
Prandelli
Prandellli (Foto Genoa cfc Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Consueta conferenza stampa posta partita per mister Prandelli. Il ritorno a Parma dopo gli anni d’oro in gialloblù – due quinti posti e qualificazione Champions sfiorata – è stato amaro, a condannare il Grifone una rete dell’ex di turno Juraj Kucka. Di seguito le dichiarazioni del tecnico rossoblù dal cuore del Tardini  raccolte dai colleghi di Radio Nostalgia. «Che dire, è complicato commentare una partita così. Siamo molto arrabbiati, quando hai la partita in mano devi capitalizzare. Il primo tempo eravamo troppo bassi anche se non abbiamo rischiato nulla, nel secondo tempo abbiamo alzato il baricentro creando e non concedendo al Parma contropiedi pericolosi. Se vai al cross 16 volte e ti manca la conclusione diventa complicato, bisogna avere il coraggio di rischiare attaccando con più giocatori, anche a rischio di subire qualche contropiede. Manca quella cattiveria che dobbiamo avere nel momento di concretizzare. Dobbiamo dire che abbiamo preso gol su un calcio d’angolo inesistente.  Potevamo palleggiare un po’ di più, siamo stati bravi nei raddoppi e nelle ripartenze, meritavamo sicuramente qualcosa in più. Ritornare a Parma è sempre una grande emozione, qui ho vissuto anni importanti e sono felice di essere ricordato con affetto, come io ricordo con affetto tutto l’ambiente».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.