Riepilogo di mercato del Genoa: certezze e scommesse. In attesa di un centrale e un esterno

Pianetagenoa1893.net dà i voti potenziali e quelli ad oggi per ciascun reparto del Grifone: bene il centrocampo, la difesa deve essere puntellata con un altro arrivo

3914
Formazione Genoa contro lo Zenit (Foto Genoa cfc Tanopress)
Con il mese di luglio che si avvia verso la conclusione di pari passo lo segue il primo mese di calciomercato. Tra arrivi, partenze, trattative e indiscrezioni attorno al Genoa si è mossa la consueta girandola di nomi e nelle prossime settimane non sono esclusi possibili colpi di scena. Sui taccuini di Perinetti sono sottolineati come minimo altri due profili utili a rafforzare la squadra, un difensore centrale e un esterno d’attacco, inoltre una pagina è sicuramente dedicata alle situazioni in via di valutazione come quella legata al rebus Lapadula. Tra scommesse, certezze e attese la campagna acquisti rossoblu prosegue, così come prosegue il ritiro giunto ormai alla seconda fase di Brunico in vista del campionato quasi alle porte. Analizziamo ora la rosa in ciascun reparto.
PORTIERI
Perin e Lamanna hanno salutato la Lanterna direzione Torino e Spezia. A fronte dell’uscita di due estremi difensori di cui si conosceva il rendimento e l’affidabilità sono arrivati Marchetti, Radu e l’under 21 sloveno Vodisek. Il primo è senza dubbio il classico profilo di esperienza, l’usato sicuro che sulla carta dovrebbe garantire sicurezza e continuità di rendimento, ma su di lui pesano dubbi legati alle condizioni fisiche dopo un anno e mezzo di stop. Il ritorno a Genova dall’Austria per le valutazioni mediche del caso ha messo in allarme i tifosi rossoblu. Radu, arrivato via Inter dopo una buona stagione ad Avellino, sta dimostrando in questo precampionato di possedere qualità interessanti e buoni margini di crescita.
Voto potenziale 6
Voto ad oggi 5.5
DIFESA
Criscito è il simbolo della campagna acquisti, il giocatore di profilo internazionale che porta solidità al reparto. Spolli, Zukanovic e Biraschi sono la base su cui ripartire, mentre Gunter e Romero si stanno mettendo in gioco per convincere Ballardini di meritare una maglia da titolare. Gunter possibile sorpresa, mentre per il difensore argentino si sta valutando se tenerlo a Genova o mandarlo in prestito a fare esperienza. Con la partenza di Izzo però serve un centrale di sicura e immediata affidabilità, a prescindere dalla difesa a 3 o a 4. Lisandro Lopez sempre in stand-by, si valutano altri profili tra cui quello di Tonelli che interessa anche alla Sampdoria.
Voto potenziale 6.5
Voto ad oggi 5.5 (in attesa del centrale)
CENTROCAMPO
Sandro, Mazzitelli e Rolon tre giocatori su cui puntare, un mix di forza e palleggio. Il reparto risulta così rafforzato dopo l’addio di Veloso e Bertolacci, nonostante sul centrocampista rossonero sia ancora forte l’interesse di Ballardini. Romulo jolly tuttofare si sta imponendo come uno dei nuovi punti di riferimento. La suggestione Montolivo rimarrà tale, almeno ad oggi, Callegari la possibile sorpresa. Le corsie laterali invece risultano ancora orfane di profili in grado di garantire il salto di qualità (almeno sotto il profilo del numero di assist). Lakicevic ha buoni colpi , ma serve ancora qualcosa.
Voto potenziale 7
Voto ad oggi 6.5
ATTACCO
Piatek ha le carte in regola per puntare alla doppia cifra, Lapadula futuro incerto, Favilli in arrivo e Galabinov ai saluti. Se Lapadula dovesse lasciare il grifone il reparto si configurerebbe con la nuova la coppia Piatek- Favilli. Se potenzialmente entrambi possono essere uomini da gol capaci di alternarsi e garantire tot reti, non ci sono sicuri riscontri visto che entrambi non hanno sulle spalle campionato di Serie A. Medeiros la conferma, Pandev può ancora dire la sua. Serve un esterno in grado di creare superiorità numerica e un numero di assist sufficiente per agevolare la punta centrale.
Voto potenziale 6
Voto ad oggi 6
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.