La scheda tecnica di Leo Stulac

I pro e i contro del centrocampista del Venezia nel mirino del Genoa

127
Leo Stulac, Venezia (foto Giuseppe Bellini/Getty Images)
Il mercato è alle porte la girandola di nomi attorno al Genoa ha iniziato a girare. Uno di questi è Leo Stulac, centrocampista sloveno classe 1994 in forza al Venezia di Inzaghi oggi in corsa per un posto in Serie A. Il profilo di Stulac ha tutto per attirare l’attenzione degli addetti ai lavori: età, duttilità, talento e costi di acquisto relativamente contenuti. Con 6 gol segnati in venti presenze si è imposto come uno dei giocatori rivelazione della stagione, Perinetti ne conosce il valore e per caratteristiche potrebbe essere il rinforzo ideale per il nuovo Genoa di Ballardini. L’ex Koper è un centrocampista centrale capace a giocare sia sulla trequarti che davanti alla difesa, un jolly della mediana utile in entrambe le fasi di gioco. Giocatore dalla gamba brillante e dal tiro potente, infatti non sono rare le sue conclusioni da fuori area e soprattutto da calcio piazzato, due caratteristiche che negli ultimi anni sono mancate al grifone. In questo campionato è stato utilizzato in un 3-5-2, modulo che ha messo in luce le sue abilità e in un ipotetica fantaformazione si potrebbe schierare al fianco di Hiljemark e Bertolacci.
Pro – Operazione accessibile dal punto di vista economico. Abilità nel ricoprire più ruoli di centrocampo in moduli che prevedono sia la linea mediana a tre che quella a quarto. Corsa e capacità di tiro dalla distanza, anche su punizione.
Contro – Concorrenza marcata. Sulle sue tracce ci sarebbe pure il Sassuolo. Nessuna esperienza nella massima serie.
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.