Kinglsey Ehizibue, no al Genoa. Me lo ha detto Dio

Sky Sport online riporta che il difensore olandese avrebbe rifiutato il Genoa - dopo le visite mediche di rito - perché sarebbe stato Dio a suggergli di non cambiare

4547
Ehizibue
Kingsley Ehizibue (dalla sua pagina Facebook)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Ad un centimetro dalla “meta” fece il gran rifiuto: non si tratta di Pietro da Morrone ma di Kinglsey Ehizibue. Il primo si tirò indietro “per viltade”, stando a Dante Alighieri, il secondo invece sarebbe stato bloccato dall’Altissimo, secondo Sky Sport.

Sulle pagine online della pay per view, infatti, è riportato che al giocatore del Pec Zwolle sarebbe stato nientemeno che l’Onnipotente a suggerirgli di non lasciare la strada vecchia per la nuova. Il difensore tedesco nato nel 1995, naturalizzato olandese e di origine nigeriana, nei giorni scorsi era comparso a Genova  dove era stato sottoposto alle rituali visite mediche prima della firma del contratto che lo avrebbe legato al club più antico d’Italia.

Kinglsey Ehizibue ha però spiazzato tutti: «Mancava soltanto la firma sul contratto – si legge nella pagina web di Sky Sportche però non è mai arrivata: la società rossoblù lo ha aspettato invano, ma Ehizibue non si è presentato all’appuntamento. Il motivo? Un repentino ripensamento del giocatore, che avrebbe deciso di non trasferirsi più in Italia restando – anzi tornando – in Olanda a giocare con il Pec Zwolle. E dall’Olanda rimbalzano anche alcune voci su cosa abbia portato Ehizibue a questa improvvisa retromarcia: una sorta di rivelazione ultraterrena. Sarebbe stato Dio a suggerire al Ehizibue di non affrontare questo cambiamento».

La dirigenza rossoblù gli aveva dato 48 ore, ormai passate, per un ripensamento che non è mai giunto. Kinglsey Ehizibue rimane in Olanda e ringrazia, forse, per la breve vacanza all’ombra della Lanterna.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.