Bacca resta al Milan, Pavoletti sempre più rossoblù

Il colombiano respinge l'offerta del West Ham, il genoano era la prima scelta in caso di partenza

15
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Il tabellino dei centravanti delle squadre di Serie A sta prendendo forma a poche settimane dal via della stagione 2016/2017.

Un tassello pesante l’ha posato quest’oggi Carlos Bacca, attaccante colombiano che solo 12 mesi fa era descritto come il grande colpo di mercato del Milan che lo strappò dal Siviglia con cui aveva appena vinto l’Europa League a suon di gol.

In attesa dell’ingresso definitivo della nuova proprietà cinese, lo stesso Milan aveva individuato proprio in Bacca il giocatore sacrificabile avendo la maggior quotazione: l’offerta del West Ham (30 milioni cash ai rossoneri) era stata accettata dalla società.

Con quei soldi Galliani avrebbe potuto regalare nuovi rinforzi al tecnico Montella, tra cui il nuovo attaccante che sarebbe dovuto essere Leonardo Pavoletti del Genoa: sarebbe stato lui il titolare del Milan al posto del colombiano.

Ma alla fine ha prevalso il rifiuto (ufficiale) di Bacca che avrebbe accettato solo un club in corsa nella prossima Champions League, e così i 30 milioni del West Ham resteranno un miraggio.

Di offerte al Genoa per Pavoletti non ne sono più arrivate (solo qualche timido sondaggio del Napoli, che poi ha virato su Milik dell’Ajax per 35 milioni, ed ha già in rosa anche Gabbiadini). Altre piste italiane? L’Inter vuole andare avanti con Mauro Icardi, la Roma ha fiducia nella rinascita di Edin Dzeko, la Lazio non potrebbe mai soddisfare economicamente Preziosi ed ha preso Ciro Immobile, la Fiorentina ha nel croato Kalinic il titolare indiscusso in avanti.

Solo dall’estero (Premier League?) potrebbe spuntare un compratore, ma il tempo stringe: il bomber toscano è sempre più saldo ai colori rossoblù, che veste dal gennaio 2015.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.