Yepes e Mandelli per uscire indenni da Marassi

La coppia centrale è molto affidabile ma anche Mantovani, sulla sinistra garantisce un buon supporto. Perplessità  su Frey

11
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Il Chievo del girone del ritorno è tutt’altra squadra rispetto a quella che aveva affannosamente iniziato il campionato. La media punti non lascia spazio a dubbi, né tantomeno la netta inversione di tendenza riguardo i gol subiti. Delle quarantaquattro reti incassate, infatti, ben ventotto si sono registrate all’andata. Ultimamente, invece, il Chievo ha trovato un maggior equilibrio, che gli ha permesso di mantenere la propria porta inviolata in occasione delle ultime due trasferte. Lontano dal “Bentegodi”, inoltre, i gialloblù hanno imposto il pareggio a Juventus e Roma, oltre a sbancare il campo della Lazio. Il bilancio dei veneti in trasferta è più che lusinghiero per una squadra impegnata nella lotta per non retrocedere, con quattro vittorie e un buon numero di pareggi.

Mister Di Carlo domenica, dovrebbe schierare una classica difesa a quattro, con Frey e Mantovani esterni, e Mandelli (nella foto) e Yepes centrali. Indisponibile Morero, squalificato, le alternative sono rappresentate dall’ex mai rimpianto Marco Malagò, dal mancato genoano Gennaro Sardo, dal reduce della vecchia guardia Moro e dall’indisponibile Scardina.

In porta la sicurezza Sorrentino, che in questo campionato ha salvato più volte il risultato, garantendo alla sua squadra punti pesanti.

Sotto il profilo realizzativo, il Chievo ha sfruttato le doti di tre difensori, ma solo uno, Davide Mandelli, sarà in campo contro il Genoa. Out, invece, Morero e Scardina.

Piena emergenza, invece, in casa Genoa, a seguito dell’infortunio di Biava e delle squalifiche di Criscito e Sokratis. Pochi i dubbi sullo schieramento, con Ferrari che sarà affiancato da Bocchetti e Rossi. I rossoblù incassano almeno un gol da cinque giornate consecutive.

Claudio Baffico

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.