Ranieri: «Sconfitta meritata, non siamo riusciti ad interrompere la manovra del Genoa»

Analisi onesta e lucida del tecnico della Juventus al termine della gara persa dai suoi ragazzi contro il Grifone

16
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Anche le tradizioni positive sono destinate ad interrompersi. Ne sa qualcosa Claudio Ranieri che, fino a ieri, era sempre riuscito ad imbrigliare il Genoa con la sua Juventus. Tre vittorie in altrettante sfide recitavano le statistiche ed, in cuor suo, l’ex tecnico del Chelsea pensava di poter addirittura allungare questa serie positiva, facendo forza sugli aspetti che lo avevano premiato nelle circostanze precedenti.

Ed invece, questa volta, lo stratega è stato Gian Piero Gasperini che, oltre ad aver azzeccato tutte le mosse, si è preso una bella rivincita sul collega della Vecchia Signora.

«Per il gioco espresso dalle due squadre, il risultato è giusto – ammette Ranieri – Il Genoa ha praticato il solito gioco, quello che abbiamo imparato a conoscere, ma noi questa volta non siamo stati in grado né di pressare né di interrompere la manovra avversaria. Dispiace perdere, soprattutto dopo aver riacciuffato il pareggio nonostante l’inferiorità numerica, e, in particolar modo, pensando al modo in cui è arrivato il gol di Palladino: in quel momento, infatti, non avremmo dovuto giocare la carta del fuorigioco».

Claudio Ranieri, pur complimentandosi con il Grifone, difende la propria squadra da critiche eccessive: «In questo campionato abbiamo sbagliato due partite, contro Inter e Genoa – precisa – Nella gara contro i rossoblù salverei l’orgoglio, anche se nei momenti cruciali siamo stati poco reattivi e poco lucidi».

Claudio Baffico

 

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.