Qui Crotone: modulo invariato per Nicola

Il tecnico calabrese adotterà il 4-4-2. In dubbio rimangono Pavlovic e Kragl: se per il primo tutto potrebbe risolversi nelle prossime ore, per il centrocampista tedesco sembra difficile la convocazione

46
Davide Nicola (Gabriele Maltinti/Getty Images)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Una gara difficile, un match tra due formazioni alla ricerca di punti in ottica salvezza. Il Crotone, reduce da importantissime vittorie contro la Fiorentina (2-1) all’Ezio Scida e in rimonta (3-2) sul terreno di gioco del “Dall’Ara” di Bologna, si appresta a scendere nuovamente in campo, nell’anticipo domenicale dell’ora di pranzo contro il Genoa. Una gara che potrà dire molto per entrambe le formazioni, un match per guadagnare margine dalla zona “calda” della classifica per la formazione Pitagorica, un occasione da non fallire per il Genoa, attualmente nei bassifondi della graduatoria.

Eppure, il gruppo guidato fino a pochi giorni fa dal tecnico croato Ivan Juric e ora affidato all’esperto Davide Ballardini potrebbe contare su una rosa ricca di esperienza e talenti. Ne è consapevole il tecnico Davide Nicola che, accolti i sei convocati con le selezioni Nazionali, sta lavorando al meglio per farsi trovare pronto in quella che si preannuncia una vera e propria battaglia. Con la regola di “Squadra che vince, non si cambia”, la guida crotonese potrebbe riconfermare a grandi linee l’undici che ha portato a casa gli ultimi successi.

Il modulo dovrebbe rimanere invariato, con l’utilizzo del collaudato 4-4-2 offensivo che vedrà tra i pali il capitano Alex Cordaz, una difesa costituita dalla coppia di centrali formata da Federico Ceccherini e Stefan Simic. Sulle corsie esterne, confermato Mario Sampirsi con la possibile maglia da titolare per Bruno Martella sul versante opposto.

A centrocampo, intoccabile la coppia formata da Andrea Barberis e Rolando Mandragora, mentre sulle fasce con ogni probabilità torneranno ad agire Markus Rohden – fresco di qualificazione Mondiale con la sua Svezia – e Adrian Stoian. In avanti, il duo offensivo dovrebbe essere ancora costituito dal “Cigno di Zenica”, Ante Budimir e dal ritrovato Marcello Trotta, un duo offensivo che nelle ultime due gare è riuscito a siglare cinque reti.

Tutti disponibili per Davide Nicola, ad esclusione dell’infortunato di lungo corso, Marco Tumminello che rientrerà all’attività nel nuovo anno. In dubbio rimangono le presenze di Daniel Pavlovic e Oliver Kragl: se per il primo tutto potrebbe risolversi nelle prossime ore, per il centrocampista tedesco sembra difficile la convocazione. Le condizioni meteo non sembrano essere delle migliori, con la città crotonese avvolta dal maltempo durante tutto l’arco della settimana. Possibilità di pioggia durante il match e una temperatura attorno ai 15 °C, faranno da scenario a questo turno della 13esima giornata di Serie A.

Leonardo Vallone

CrotoneOk – IlRossoBlu

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.