Missiroli: “Giochiamo sempre per vincere e vogliamo farlo anche col Genoa”

Simone Missiroli è ormai uno dei punti di fermi di questo Sassuolo, si può dire siano cresciuti insieme negli ultimi anni: “Sicuramente ho avuto una crescita importante, soprattutto tra la fine dell’anno scorso e quest’anno – dice il centrocampista neroverde in conferenza stampa – sono maturato tanto perché sono riuscito a completarmi come giocatore aggiungendo […]

4

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Simone Missiroli è ormai uno dei punti di fermi di questo Sassuolo, si può dire siano cresciuti insieme negli ultimi anni: “Sicuramente ho avuto una crescita importante, soprattutto tra la fine dell’anno scorso e quest’anno – dice il centrocampista neroverde in conferenza stampa – sono maturato tanto perché sono riuscito a completarmi come giocatore aggiungendo la fase difensiva. Ora riesco a fare sia quella che la fase offensiva con la stessa intensità. Il primo anno in B facevo sia la mezzala che l’attaccante esterno, ora con la maturazione avuta posso fare anche il centrocampista centrale davanti alla difesa. Diciamo che dal centrocampo in su riesco a fare un po’ di tutto”.

A chi gli chiede se è più stupito dal suo rendimento o da quello della squadra, Missiroli risponde così: “Non sono stupito, perché noi credevamo in noi stessi, io credevo in me stesso. Ormai ci conosciamo bene e questo ha fatto sì che tutto venisse più facile. Dove possiamo arrivare? Speriamo in alto, per ora raggiungiamo i quaranta punti così poi con la giusta serenità vedremo di ottenere risultati importanti, perché abbiamo le capacità per farlo”.

La Nazionale di Antonio Conte sembra aperta a tanti: “Se posso arrivarci? Lascio giudicare voi – afferma Missiroli – sicuramente queste osservazioni mi fanno piacere perché vuol dire essere arrivato tra i migliori in Italia”.

E a proposito di Nazionale, la sosta arriva in un momento in cui il Sassuolo aveva inanellato una serie di risultati positivi, un bene o un male fermarsi? “Io personalmente la sosta la prendo volentieri, soprattutto l’ultima partita, dopo la serie di impegni col turno infrasettimanale dove non ho saltato neanche un minuto, ero un po’ stanco e approfitto per ricaricare le batterie. Ma penso sia così per tutta la squadra”.

Di Francesco cambia spesso formazione, l’unico inamovibile è proprio Missiroli: “Mi fa piacere perché sentire la fiducia del mister che non ti toglie nemmeno cinque minuti dal campo è una responsabilità importante e ti fa dare qualcosa in più”.

Pellegrini ha parlato bene del gruppo, ha detto che è un piacere venire all’allenamento: “Sì ci divertiamo, prima di iniziare giochiamo a freccette o con la palletta, stiamo bene”.

Dopo la sosta il Sassuolo è atteso a Marassi per affrontare il Genoa: “È un campo molto bello, uno dei più belli di Italia, contro una squadra per tradizione difficile da affrontare, ma noi andiamo sempre a giocare per vincere e sicuramente l’atteggiamento sarà questo anche col Genoa”.

Valentina Spezzani per Tuttosassuolocalcio.com

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.