La Sampdoria chiude il bilancio con un passivo di 13 milioni

In una nota il club blucerchiato spiega: che hanno influito «oltre agli ammortamenti legati agli investimenti effettuati nel corso del 2019, anche gli effetti contabili del cambio in corso di stagione dello staff tecnico della prima squadra e l’impatto negativo sulla cessione dei diritti televisivi»

289
Massimo Ferrero (da Getty Images)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

La Sampdoria ha chiuso il bilancio con un rosso di 13 milioni: il risultato peggiore della gestione del presidente Massimo Ferrero da circa sei anni. Lo ha reso noto la società blucerchiata in un comunicato sul sito ufficiale: «In data 27 maggio 2020 il Consiglio di Amministrazione di U.C. Sampdoria S.p.a. ha approvato il progetto di bilancio al 31 dicembre 2019, con un margine operativo lordo positivo di euro 29.378 migliaia ed una perdita d’esercizio di euro 13.064 migliaia».

La nota spiega le motivazioni del passivo: «Ad influire negativamente sul risultato finale dell’esercizio hanno pesato, oltre agli ammortamenti legati agli investimenti effettuati nel corso del 2019 (pari ad euro 67.057 migliaia), anche gli effetti contabili del cambio in corso di stagione dello staff tecnico della prima squadra e l’impatto negativo sulla cessione dei diritti televisivi causato dal peggior posizionamento in classifica rispetto al precedente triennio».

Il club ha reso anche noto come sarà coperta la perdita: «Come evidenziato nel paragrafo “Fatti di rilievo avvenuti dopo la chiusura dell’esercizio”, la sessione invernale del calciomercato 2020 ha consentito di mettere a consultivo proventi legati all’attività di c.d. “player trading” (cessioni e maturazione di premi contrattuali) per circa 13.000 migliaia. La perdita dell’esercizio sarà coperta mediante l’utilizzo di riserve disponibili e utili a nuovo».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.