Guarino (Canalesassuolo.it): “Neroverdi indeboliti dalla partenza di Boateng, ma proveranno a vincere al Ferraris”

Il vicedirettore del quotidiano on line emiliano: "La squadra vuole confermare il trend positivo, quindi proverà a portare a casa i tre punti"

1315
Criscito Genoa
Criscito contro il Sassuolo (Foto Genoa cfc Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Mancano meno di due giorni a Genoa-Sassuolo, una sfida molto importante. I rossoblù con una vittoria possono allontanarsi ancora dalla zona retrocessione, ora a nove lunghezze, mentre i neroverdi potrebbero raggiungere la parte sinistra della classifica. Per capire le ultime novità in casa della formazione di De Zerbi, Pianetagenoa1893.net ha intervistato Giuseppe Guarino, vicedirettore di Canalesassuolo.it.

Il Sassuolo ha sei punti di differenza dal Genoa: arriva al Ferraris per vincere oppure per disputare una gara da “primo non prenderle”?

La squadra vuole confermare il trend positivo, quindi proverà a portare a casa i tre punti. Nelle ultime due gare la difesa non ha preso gol, nonostante giocasse con il duo d’emergenza Magnani-Peluso. Per una squadra che ha l’obiettivo di restare perlomeno a ridosso della zona europea, questa è una sfida da vincere assolutamente.

Quali sono i punti di forza e di debolezza della squadra di De Zerbi?

Il maggior punto di forza della formazione di De Zerbi è la sua coesione. Non ci sono primedonne, tutti lottano per lo stesso obiettivo, al di là dell’effettiva partecipazione in squadra. Il punto di debolezza sta tutto nel morale, che si abbassa troppo facilmente alle prime difficoltà. Non a caso quando la squadra va sotto per prima prende spesso tanti gol.

Calciomercato: secondo lei la rosa dei neroverdi si è rafforzata o indebolita, alla luce soprattutto della partenza di Boateng?

La partenza di Boateng ha assolutamente indebolito la formazione. Era il punto di riferimento della squadra in attacco, forse più di Berardi. La sua partenza non è stata compensata dall’arrivo di un attaccante importante, dato che lo ha sostituito il giovane Scamacca, appena rientrato dal prestito. Se dovesse esplodere, potrebbe non essercene per nessuno, anche perché i due ‘titolari’ Matri e Babacar peccano troppo spesso di incostanza. Per il resto, oltre a Boateng sono partiti due comprimari come Dell’Orco e Trotta, mentre con Demiral è arrivato un grande rinforzo per la difesa. Pertanto i cambiamenti sono stati minimi.

De Zerbi predisporrà una marcatura speciale per Sanabria?

Sanabria è un giocatore sopraffino che dopo la sua prima uscita già sta facendo dimenticare Piatek. In difesa per il Sassuolo c’è ancora qualche problema per Marlon, mentre dovrebbe rientrare Ferrari. In coppia con Magnani sarà lui a tentare di fermare la punta rossoblù, che tra l’altro è un ex della gara.

Sanabria a parte, quali giocatori del Genoa potrebbero creare problemi ai neroverdi?

Il Genoa cambia storicamente tanto a gennaio, ma ha fatto un’ottima campagna acquisti integrando in squadra uomini importanti come Pezzella, Radovanovic e Sturaro, giusto per citare i tre più noti. A parte loro c’è tanta gente di qualità come Kouamé, Lazovic e Pandev.

Vuol provare a formulare un pronostico?

Segneranno entrambe le squadre ma vincerà il Sassuolo. Dico che finirà 1-3.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.