Corini: “Il Genoa è una squadra forte e grintosa, ma non giocheremo per lo 0-0”

"A noi servirà la voglia messa in campo a Firenze" ha spiegato il tecnico rosanero

37
Eugenio Corini (Foto Tullio M. Puglia/Getty Images)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Ecco la conferenza stampa in punti del tecnico del Palermo Eugenio Corini: i rosanero affronteranno domani alle 20.45 il Genoa al Ferraris.

“Il Genoa è una squadra forte, grintosa, a noi servirà la voglia messa in campo a Firenze”.

“Cercare di avere un atteggiamento da 0-0 è l’anticamera della sconfitta. Dobbiamo sviluppare le idee anche in un campo difficile”.

“Questa settimana abbiamo lavorato dal punto di vista tecnico-tattico perché c’è da migliorare. Conosciamo la nostra situazione”.

“Le prossime due partite sono fondamentali perché a ruota possono determinare altre situazioni. Gli scontri diretti sono importanti”

“Faccio delle considerazioni totali, dal punto di vista emotivo e della forma fisica. La scelta sarà funzionale alla gara che penso”.

“A tutti, da Diamanti a Lo Faso che adesso è in Primavera, chiedo di giocare per la squadra. Sempre. Ho bisogno di tutti”.

“Penso all’equilibrio complessivo della nostra squadra, cercando di leggere tutti e 95 minuti”.

“Dobbiamo essere tutti consapevoli di dove siamo, che siamo ultimi. Ma non dobbiamo permetterci di mollare un centimetro”.

“In questo scorcio di campionato possiamo determinare tanto per capire chi siamo. Serve trovare energia e forza dentro di noi”.

“Ai tifosi non ho nulla da rimproverare, i fischi sono arrivati al termine di una partita persa ma era giusto prenderseli”.

“La rifinitura di domani mattina mi permetterà di sciogliere qualche dubbio di formazione. Ho ancora qualche ora per pensare”.

“Non dobbiamo pensare agli altri, non possiamo farlo. Dobbiamo essere noi a muovere la classifica. Serve a noi adesso fare punti’.

“Serve essere uomini prima che calciatori”.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.