Conosciamo il Cagliari, otto volte vittoriosa in casa

La formazione di Allegri, schierata con il 4-3-1-2, ha battuto Fiorentina, Palermo e Udinese. Ha segnato 17 reti subendone otto, superata solo da Milan e Siena

25
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Questa volta il presidente del Cagliari Massimo Cellino ci ha visto giusto. Sia ad ingaggiare un tecnico giovane nelle idee e sulla carta d’identità come Max Allegri, sia a rinnovargli la fiducia nonostante un avvio di stagione disastroso, almeno sotto il profilo dei risultati (cinque sconfitte nelle prime cinque giornate).

La formazione sarda, non solo è riuscita a colmare il gap con le squadre impegnate nella lotta per non retrocedere ma, con il passare delle settimane, si è avvicinata a grandi passi alle zone di classifica che possono regalare un pass per la prossima Coppa Uefa. Attualmente, infatti, i rossoblu occupano l’ottava posizione in coabitazione con il Palermo, a due punti di distacco dalla Lazio e a sei da Roma e Genoa.

Il cammino del Cagliari al “Sant’Elia” registra, finora, otto vittorie, tre pareggi e tre sconfitte. Tra i risultati più prestigiosi ottenuti tra le mura amiche spiccano gli 1-0 a scapito di Fiorentina e Palermo, il 2-0 ai danni dell’Udinese ed il pareggio a reti bianche contro il Milan. Le uniche formazioni ad uscire dalla Sardegna con i tre punti in tasca sono state Lazio, Juventus ed Atalanta.

I giocatori cagliaritani meglio posizionati nella classifica cannonieri rispondono ai nomi di Acquafresca e Jeda, appaiati a quota nove. Tre i gol di Matri, Fini e Daniele Conti, due quelli di Biondini.

Complessivamente, in casa, il Cagliari ha realizzato diciassette reti subendone appena otto (solo Milan e Siena hanno fatto meglio).

Contro il Genoa, Max Allegri dovrebbe schierare l’abituale 4-3-1-2, com Marchetti tra i pali, Matheu, Lopez, Canini ed Agostini sulla linea dei difensori, Fini, Conti e Biondini a centrocampo, e Cossu alle spalle del tandem Acquafresca – Jeda. Tra le carte più interessanti da giocare a partita in corso, quelle di Matri e Lazzari.

Claudio Baffico

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.