Boscaglia: “Non andremo a Genova per recitare il ruolo di vittime sacrificali”

Il tecnico dell'Entella ha convocato tutti i giocatori, inclusi gli infortunati, per la partita di Coppa Italia contro il Genoa: "Oltre a Currarino anche Pellizzer, Diaw e Caturano accusano problemi fisici e d’accordo con lo staff medico abbiamo deciso di non rischiare"

272
Roberto Boscaglia allenatore Entella (Foto sito ufficiale Entella)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

“Si tratta di una gara speciale, per alcuni versi storica per questo vogliamo che tutto il nostro gruppo sia presente al Ferraris”. Il tecnico dell’Entella, Roberto Boscaglia, spiega che ha convocato tutti convocati i giocatori, anche gli infortunati, per la gara di domani allo stadio Ferraris con il Genoa in Coppa Italia. L’allenatore prosegue: “Oltre a Currarino anche Pellizzer, Diaw e Caturano accusano problemi fisici e d’accordo con lo staff medico abbiamo deciso di non rischiare. La Coppa Italia rappresenta una bella vetrina, ma non dobbiamo dimenticare che il nostro primo obiettivo è il campionato”.

Boscaglia avvisa il suo collega Juric: “Di sicuro non andremo a Genova per recitare un ruolo da vittime sacrificali anche se affrontiamo una squadra molto forte con giocatori di grande qualità. Sono sicuro che chi andrà in campo lotterà dal primo all’ultimo minuto e non deluderà la mia fiducia. Tutti uniti per affrontare questa gara a testa alta, lo dobbiamo alla città di Chiavari e ai nostri tifosi che saranno numerosi e tengono a questa sfida in modo particolare”.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.