***ARPAL: prolungata l’allerta gialla per neve sino a domani****

Sulla zona D il provvedimento è stato esteso sino alle 7 di domattina. Dalle 18 di oggi in allerta anche i COMUNI INTERNI di B e l’intera ZONA E

271
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

ARPAL , alla luce degli aggiornamenti previsionali, ha MODIFICATO E PROLUNGATO L’ALLERTA METEO GIALLA PER NEVE : sulla zona D si parte alle 14 di oggi domenica 16 dicembre e si conclude alle 7 di domani, lunedì 17. Dalle 18 di oggi in allerta anche i COMUNI INTERNI di B e l’intera ZONA E: anche qui conclusione fissata alle 7 di domani. Invece, da mezzanotte alle 7 di domani, ALLERTA GIALLA PER NEVE nei COMUNI INTERNI DELLA ZONA C.

La zona D compre Valle Stura ed entroterra savonese fino alla Val Bormida, la zona E Valle Scrivia, Val d’Aveto e Val Trebbia. I comuni interni della zona B sono Quiliano e Stella (Savona), Avegno, Bargagli, Campomorone, Ceranesi, Davagna, Mele, Mignanego, Sant’Olcese, Serra Riccò (Genova). I comuni interni della zona sono quelli della vallate della parte più a Levante della provincia di Genova e dell’entroterra spezzino.

(Il dettaglio dei comuni coinvolti è consultabile all’indirizzo http://www.allertaliguria.gov.it/docs/TABELLA_COMUNI.pdf)

Nella notte è arrivata la perturbazione atlantica che, con il suo carico di umidità, sta interagendo con l’aria fredda presente nei giorni scorsi. E se sulle zone costiere si sono già verificate deboli piogge sparse, in particolare a cavallo tra le province di Genova e Savona (dalla mezzanotte cumulate di 21.1 millimetri a Genova Crevari, 19.8 a Madonna delle Grazie, 15.4 a Mele) nelle zone interne, dal pomeriggio,  sono attese nevicate, “annunciate” dai fiocchi caduti in mattinata in val d’Aveto e, misti a pioggia, nella zona di Torriglia. Si tratterà di fenomeni che, le ultime uscite modellistiche vedono generalmente deboli, localmente moderati nelle zone appenniniche Centro Levante, in particolare sui valichi di confine ( con possibili sconfinamenti a quote inferiori). Non sono da escludere, fino alla serata, locali episodi di gelicidio o neve granulare. I fenomeni dovrebbero esaurirsi intorno all’alba di domani, lunedì.

Peraltro le temperature della notte, nonostante un leggero innalzamento, sono state basse soprattutto nelle zone interne: -5.1 a Cabanne di Rezzoaglio, entroterra genovese di Levante, -4.9 a Poggio Fearza (Imperia) -4.8 a Pratomollo (Genova) , stazioni che si trovano a quote elevate mentre nello spezzino Padivarma ha segnato -4.2 e nel savonese Sassello -3.0. Altre stazioni meteorologicamente significative: Busalla (Genova) -2.2, Cairo Montenotte (Savona) -1.4, Varese Ligure (La Spezia) -1.5, Chiavari (Genova) 3.6. Queste, invece, le minime nelle stazioni di riferimento delle città capoluogo di provincia: Genova Centro Funzionale 6.6, Savona Istituto Nautico 3.6, Imperia Osservatorio Meteo Sismico 7.8, La Spezia 2.6. Da segnalare anche con i venti restano settentrionali ma sono al più moderati.

Ricordiamo che l’ALLERTA GIALLA PER NEVE ipotizza che le precipitazioni possano creare locali disagi con temporanei problemi di viabilità. Possibili rallentamenti nella circolazione e nei servizi. Formazione di ghiaccio con gelate diffuse.

Questo l’avviso meteorologico odierno:

OGGI, domenica 16 dicembre, l’arrivo di una perturbazione è associato a precipitazioni dapprima sparse e concentrate su BDE, diffuse dal pomeriggio localmente anche a carattere di rovescio con cumulate puntualmente significative. Deboli nevicate su DE dal pomeriggio, in estensione in serata all’interno di B oltre i 300-400 m. Altrove quota neve oltre gli 800-1000 m, in calo in serata fino a 500-600 m sui rilievi più interni di C. Venti localmente forti (40-50 km/h) da Sud-Est su C, da Nord-Est su AB in ulteriore rinforzo (50-60 km/h rafficati) in serata.

DOMANI, lunedì 17 dicembre, nella notte insistono deboli nevicate a tutte le quote su D, parte occidentale di E e interno di B oltre i 300-400 m. Su parte orientale di E e sui rilievi più interni di C nevicate localmente moderate oltre i 500-600 m in particolare sui valichi di confine, in possibile sconfinamento a quote inferiori. Fenomeni in esaurimento in mattinata. Venti forti (50-60 km/h) dai quadranti settentrionali su tutte le zone con raffiche fino 70-80 km/h sui crinali e agli sbocchi delle valli, in attenuazione nella seconda parte della giornata.

DOPODOMANI, martedì 18 dicembre, nulla da segnalare

La Sala Operativa Regionale resterà aperta per tutta la durata dell’allerta.

In caso di eventi intensi, durante l’allerta sarà pubblicato il monitoraggio sul sito www.allertaliguria.gov.it, inviato anche tramite twitter (segui @ARPAL_rischiome).

Sulla pagina www.facebook.com\ArpaLiguria post con immagini, grafici e dati

Ricordiamo la suddivisione per zone di allertamento del territorio regionale:

A: Lungo la costa da Ventimiglia fino a Noli, l’intera provincia di Imperia, la valle del Centa

B: Lungo la costa da Spotorno a Camogli comprese, Val Polcevera e Alta Val Bisagno

C: Lungo la costa da Portofino fino al confine con la Toscana, tutta la provincia della Spezia, Val Fontanabuona e Valle Sturla

D: Valle Stura ed entroterra savonese fino alla Val Bormida

E: Valle Scrivia, Val d’Aveto e Val Trebbia

Andrea Lazzara – Arpal

Riceviamo e pubblichiamo

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.