Quell’emozionante promozione del 1973

Si celebrano oggi i quarantatré anni dalla promozione in Serie A con la squadra di Silvestri

98
La Gradinata nord durante Genoa-Lecco del 1973 (da genoacfc.it)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

C’erano un pò tutti, quel pomeriggio. In quella gradinata maestosa, densa di rossoblù, c’erano proprio tutti. I presenti e gli assenti. Il 17 giugno del 1973 il Genoa festeggiò la storica promozione in massima serie dopo sette anni d’oblio, tra Serie B e addirittura Serie C. Quel giorno erano in 55mila al Ferraris e ognuno teneva in mano una bandiera rossoblù.

Il pallone, come racconta il sito del Genoa che celebra l’evento, fu consegnato dal cielo grazie a un paracadutista. Poi scesa nella fossa verde il Genoa con questo undici consegnato alla storia: Spalazzi, Della Bianchina, Rossetti, Maselli, Benini, Garbarini, Perotti (76’ Ferrero), Bittolo, Bordon, Simoni, Corradi. L’allenatore era “Sandokan” Silvestri, architetto di un percorso quasi perfetto con cinque sconfitte e venti vittorie su trentotto gare. Il gol che batté il LEcco fu siglato da Sidio Corradi.

C’erano tutti a Genova quel giorno, a spingere per il vecchio Grifo che per l’ennesima volta risorse come l’araba fenice. Dallo stadio la gioia tracimò nelle strade, nei caruggi, fino al Palasport e persino nella crociera sulla Michelangelo.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.