Roberto Traverso (Siap): “Giusta la scelta del Questore di cancellare le scritte ingiuriose contro i poliziotti”

Roberto Traverso (Siap): “Giusta la scelta del Questore di cancellare le scritte ingiuriose contro i poliziotti”

Il segretario provinciale genovese della sigla sindacale: “Non accettiamo intimidazioni. Provocazione respinta al mittente”

Riceviamo  e pubblichiamo

Condividiamo con soddisfazione la scelta del Questore di Genova di far rimuovere le scritte ingiuriose ed intimidatorie contro la nostra categoria apparse nei pressi dello stadio Ferraris alla vigilia del derby, Sampdoria-Genoa.

Un segnale importante a chi deve chiarirsi bene le idee sulla differenza dei ruoli in campo quando si parla di sicurezza e di ordine pubblico.

Allo stadio i “tifosi” vanno per divertirsi ed incitare la propria squadra e non per garantire “zone franche” dove le regole possono non essere rispettate.

Interpretiamo con preoccupazione il messaggio lanciato da quei “pochissimi” soggetti nei nostri confronti.

Evidentemente, chi ci attacca insultandoci, non condividendo le scelte sanzionatorie inflitte recentemente a chi non rispetta le regole, cerca con la provocazione di creare disagio a chi il derby se lo vuole godere come una festa dello sport.

Provocazione respinta al mittente.

Le forze dell’ordine genovesi, compresa la Polizia Municipale e gli Stewards, in occasione di ogni servizio di ordine pubblico sono chiamate ad un impegno delicato per garantire la sicurezza di tutti i tifosi che hanno il sacrosanto diritto di assistere serenamente alle partite di calcio e ancora una volta saranno impegnate in gran numero per garantire la sicurezza durante una partita di calcio a Genova: l’ennesimo sforzo organizzativo che purtroppo ricade sugli organici degli uffici e commissariati a causa di uno stadio esteticamente unico ma collocato infelicemente e pericolosamente in città.

Roberto Traverso

Segretario Provinciale SIAP Genova

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy