Lettera, Marco Postiglione: “Ricordiamo i meriti del presidente Preziosi”

Lettera, Marco Postiglione: “Ricordiamo i meriti del presidente Preziosi”

Riceviamo e pubblichiamo la risposta del presidente del Genoa Club San Fruttuoso, a un tifoso a cui non piace la gestione del Genoa

1 Commento

Ma lo fate per convincere qualcuno o per convincervi ? E’ evidente che c’è chi la pensa in un modo e chi un altro e nessuno cambierà idea. Ragionate invece su quanto è facile salvarsi in un campionato a 20 squadre dove, dopo due mesi dall’inizio del campionato quelle venute dalla B (scarsissima) sono già retrocesse. E a quanto era MOLTO più difficile ai tempi di Fossati, Spinelli & Co.. Però non c’è problema, se vi sta bene siete a posto, io finchè va avanti questa gestione LIDL – Genoa allo stadio non metto piede. Se io non sono in grado di fare una cosa non la faccio, se Preziosi non ce la fa più che passi la mano e tante grazie per quello che ha fatto.

Maurizio

Caro Maurizio,

la frase postata era dell’indimenticabile Pippo Spagnolo che molto si prodigò perché l’amore e la passione per il Calcio rimanessero nell’ambito di ragionevole buonsenso.

Il vero significato non è quello che Tu hai inteso in senso masochistico … cioè che per essere Genoani si deve perdere ma che nonostante l’ultimo successo in campionato sia datato 1924 il Genoa possiede ancora una tifoseria calda, numerosa, appassionata che si tramanda da trisavolo a pronipote. Ci legano Amore irrazionale e Storia. Può darsi fosse molto più difficile, come Tu sostieni, la salvezza in altri tempi, ma io non lo credo, e ritengo legittimo tuo atteggiamento ostile verso l’attuale presidente basato su motivi soggettivi (Ti è antipatico, si è subito rotto un gioco prezioso regalato al nipotino, ami i Puffi e non sopporti i Gormiti, etc. etc.)

I fatti oggettivi, invece, dimostrano altro ed analizzando gli ultimi nove campionati disputati in serie

A risulta che:

1 – il Genoa ha totalizzato 447 punti = 49 a campionato ed una media da 11a posizione in classifica;

2 – su 27 squadre promosse dalla serie B solo 9 sono retrocesse, media una per campionato e solo nel 2015/16 retrocedettero Carpi e Frosinone al loro primo campionato in serie A.

Riconosco, e Te ne sono grato, Tu non abbia mai voluto fare il presidente del Genoa ma credo che in questo Enrico Preziosi sia molto bravo e capace mantenendoci nel massimo campionato come mai era accaduto dal dopoguerra ad oggi con l’unica politica possibile alla nostra portata: acquistare, valorizzare, vendere per sopravvivere.

Certo dispiace veder partire Milito, Motta, Palacio, Perotti, Rincon & Co. ma nel calcio attuale non puoi trattenere giocatori che ambiscono a crescere. Nel frattempo, però, abbiamo assistito a partite memorabili che resteranno nella mente e saranno raccontate ai nipoti come i tre goal del Primcipe nel derby, a quello di Boselli, all’ultima vittoria sulla Juve e, sempre nel frattempo, visto giocatori come Matri, Gilardino, Borriello, Toni mentre ai tempi della nostra gioventù vedemmo Scarrone, Musiello ed Auteri soprannominato Termozeta perché toccava la bola come avesse due ferri da stiro come estremità inferiori. Ricordi?

C’è, poi, un fatto che molti si ostinano a non voler ricordare: il Signor Enrico Preziosi fu l’unico, non uno dei tanti ma proprio l’unico, che si presentò al Tribunale Fallimentare di Treviso nel 2003 a salvare il Genoa CFC 1893 da fallimento certo.

Salvò quanto di più prezioso abbia il Popolo Genoano: la Nostra Storia. Ci salvò accollandosi il passivo esistente; non si presentò il Duca di Lussemburgo né il cane Ghunter, mentre altri “maniman”, forse, aspettavano il fallimento per prendere a due lire. Solo per questo meriterebbe riconoscenza dai Genoani tutti.

Gestione Lidl. Forse senza volere hai fatto corretto paragone. LIDL è azienda tedesca ormai multinazionale che ha fatto propria fortuna distribuendo prodotti di qualità a prezzi decisamente competitivi. Io ne sono cliente ed apprezzo molto, oltretutto, l’offerta di utensili ed articoli tecnici destinati principalmente al consumatore maschile. Li ho quasi tutti: il kit trasporto mobili, quello per appendere le biciclette, levigatrice, pistola a caldo, la paletta per detergere l’interno del parabrezza, etc. Non saranno durevoli e resistenti ad un uso continuativo e professionale ma utili per il mio impiego saltuario.

Preziosi come Lidl? In un certo senso sì: ci offre buon calcio e dignitosa posizione al giusto prezzo. Per quel che la piazza permette non possiamo pretendere trovare sugli scaffali l’anguria Dansuke, il Manzo di Kobe, la zuppa di Nido di Rondine, il caffè Kopi Luwak o caviale fresco dell’Iran. Poi, per terminare con un’altra citazione di Pippo: “non m’interessa la serie o contro chi, ditemi solo l’ora e dove giocherà il Genoa”. Con questo spirito continuiamo a vederci in gradinata Nord con Giovanna e la nipotina Matilde, Pino, Franco, Antonella, Maurizio, Martina e tutti coloro che c’erano e continuano ad esserci nei nostri pensieri. La vita è campionato di sola andata. Fatti rivedere.

Ciao.

Marco Postiglione

Presidente del Genoa Club San Fruttuoso

 

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-12850723 - 5 mesi fa

    Tutto vero, ma quest’anno ha esagerato. E comunque basterebbe spiegare alla gente e la gente capirebbe. Invece di mettere in discussione Juric, che non era Ancelotti prima e non è Cavasin ora.
    In questo momento abbiamo una squadra da media serie B, smembrata della spina dorsale, perché non si può rinunciare a Perin, Rincon, Veloso e Pavoletti sostituendoli con ragazzini inesperti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy